Luigi Maffezzoli, poeta e narratore.

            





Un'altra Giulietta


Eccoci tra le mani la nuova narrazione di quell'inesauribile affabulatore e poeta che è Luigi Maffezzoli, le cui parole scorrono e pulsano sulle pagine. Questa volta più che di fronte a un'indagine siamo al cospetto di un indagare, che è qualcosa di diverso e di più, letteralmente - lo spingere qualcuno dentro qualcosa -, proprio come la muta dei cani all'interno della zona di caccia. Non è la semplice indagine per scoprire l'omicida, ma è l'indagare le ragioni misteriose e profonde che ne sono l'anticamera, l'(in)volontario preludio. Luigi questa volta ha scelto di raccontare la storia attraverso l'altalenarsi di due diverse voci narranti. Barbara e Leonardo, due amici, una giornalista e un ex commissario, due diverse generazioni a confronto e incontro, quasi mai in scontro, che si ritrovano a festeggiare i quarant'anni di Barbara, tornata per l'occasione nel piccolo paese da dove suo padre aveva mosso i primi passi verso la città in cerca di lavoro e fortuna. Comincia lei - a narrare. Una storia che deve essere assaporata nei dettagli minimi. L'universo affabulato di Luigi necessita di essere conosciuto in ogni piccola particella. Un romanzo che contiene infiniti racconti - di poche righe -, poesie, aforismi, saggi, pensieri, divagazioni, stupori, meschinità, violenza, rammarichi, illuminazioni, silenzi.
(dalla presentazione di Paolo Vachino. Dipinto di Claudio Jaccarino)



Vai alla presentazione del libro

Vincitore del
Premio Gerundo 2017
Sezione narrativa inedita

Nato a Berna nel dopoguerra, a un anno si è trasferito a Milano dove è rimasto per trent'anni. Da allora vive in provincia, restando legato alla città per le attività artistiche. Sindacalista per quarant'anni, ora è pensionato. Ha pubblicato poesie, romanzi e racconti. Nel 2015 è uscita la raccolta poetica Non ho navigato i sette mari, dedicata a suo padre. Nel gennaio 2017 ha presentato il romanzo poliziesco Brughiera che vede come protagonisti la giornalista Barbara e il Commissario Leonardo Spina. Barbara è anche la protagonista di altre due opere precedenti: Fortunato del 2008 e Compagno Belzebù del 2009, tutti tre editi da Editori della Peste. La raccolta poetica Sono passati i giorni si è classificata al secondo posto al concorso Lago Gerundo del 2013. Nel 2013 ha vinto la sezione narrativa del concorso Luna Nera. A seguito di questo risultato è stata pubblicata la raccolta di racconti: Mary della Valle e altre storie, Luna Nera 2014. Sue opere sono apparse su più antologie tra cui: Aloud, il fenomeno performativo della parola in azione, Abriagliasciolta 2016, L'Evoluzione delle forme poetiche (1990-2012), 2013 Kairós; Kronos, 2012 Onirica; Amor et Eros, 2012 Luna Nera. Dal 1999 fa parte del Circolo Pickwick, laboratorio di scrittura di Milano, fondato da Renzo Casali, scrittore e regista teatrale, fondatore del gruppo di teatro Comuna Baires, oggi diretto dal poeta Paolo Vachino. Nel 2017 ha vinto il Premio Gerundo per la narrativa inedita. I due racconti vincitori, insieme ad altri, hanno dato vita al libro La Ragazza del McDonald's e l'astronauta edito da Morellini uscito nella primavera 2018. Nel gennaio 2021 verra` distribuito il suo nuovo romanzo poliziesco con i protagonisti di Brughiera Barbara e Spina, questa volta ambientato sul lago di Garda.



                                        
Clicca sulle copertine per leggere le presentazioni di tutti i libri


                    


     Aggiornato 22/1/2021